Romanzi

Ferzan Ozpetek, “Come un respiro” (2020)

Come un respiro
Ferzan Ozpetek

E’ come vedere un film… è meglio che vedere un film!

A volte, in certe relazioni umane, non si riesce a esprimere all’altro tutto ciò che si vorrebbe, così si finisce per allontanarsi da lui perché anche solo tentare un riavvicinamento per un confronto rischia di diventare doloroso.
Le lettere che Elsa conserva da anni in borsa ma che nessuno ha mai letto ne sono la prova.

La vita ci sorprende sempre, è quello che devono avere pensato Sergio e Giovanna quando hanno accolto in casa una sconosciuta che all’improvviso si mette a raccontare a loro la sua storia.
Essi non ne fanno parte tuttavia ne sono presi, forse perché a volte, aldilà dei fatti di cui veniamo a conoscenza, riconosciamo nelle parole dell’altro una affinità che ci rende ugualmente coinvolti e partecipi.
Non è forse quello che ci succede quando leggiamo un libro che ci “resta dentro”?

Molto bella l’ambientazione a Istanbul.

Ferzan Ozpetek è indubbiamente uno dei miei registi preferiti (non sono poi molti) e, visto che non avevo ancora letto nessuna sua produzione letteraria, ho voluto provare con questo romanzo.
Non sono rimasta delusa.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *